giovedì 28 gennaio 2016

ECUADOR: IL CHIMBORAZO, CONSIDERATO INATTIVO, MOSTRA SEGNALI DI RISVEGLIO


Il Chimborazo è una dominante andesitica - dacitico stratovulcano.
Circa 35.000 anni fa, un crollo di Chimborazo ha prodotto una valanga di detriti, i cui depositi sono alla base della città di Riobamba.
Il Chimborazo poi è scoppiata più volte durante la Olocene, l'ultima volta intorno al 550 dC ± 150 anni.
Oggi Chimborazo era considerato inattivo.
Nella regione del Chimborazo, Ecuador, gli abitanti della comunità di Miraflores Cachipata hanno avvertito le autorità di un fenomeno inspiegabile per loro dopo una pioggia, e la caduta di una roccia, alcune crepe hanno cominciato a emettere gas e a mostrare bagliori in profondità.

Il fenomeno è sotto inchiesta, le autorità consigliano di non avvicinarsi i fumi, possono essere tossici.

Nei giorni scorsi, le comunità hanno osservato gli scarichi di gas con incandescenza nelle vicinanze di Cerro de Columbe, settore Miraflores.
In provincia di Chimborazo, in questo momento, l'Istituto di geofisica del Politecnico Nazionale ha inviato due tecnici gruppi del sito per eseguire diverse misurazioni e indagare la causa di questo fenomeno.
Va notato che la zona in cui vi è stato il rilascio di gas si trova a circa 45 km dal vulcano Chimborazo.


Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/01/activity-of-misti-chimborazo-and-nishinoshima-volcanoes.html

MESSICO: FORTE AUMENTO DEL TREMORE ALL'INTERNO DEL POPOCATEPETEL


Nelle ultime 24 ore, i sismografi CONRED hanno registrato 21 ore di tremore continuo, di ampiezza media, sul Popocatépetl.

Il vulcano aveva un forte bagliore notturno.

Dalle 19:30 ora locale, il livello di tremore armonico è aumentato, confermando l'ascesa del magma che alimenta la crescita della cupola lavica intracraterica, attività caratteristica di livello fase 2 della segnalazione vulcanica.
Il segnale di tremore ha coltivato a gradini alle 09:50 Loc.
Il 27 gennaio (28 gennaio 03:50 GMT), ha lasciato il posto ad alcune esalazioni di bassa intensità.
Un'indagine del vulcano è stata condotta, con l'aiuto della Polizia Federale, per realizzare lo stato della cupola.
Il CENAPRED ricorda di non avvicinarsi al vulcano, a causa del pericolo della caduta di frammenti.


Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/01/continuous-tremor-at-popocatepetl.html

AZERBAIJAN: ERUTTA VULCANO DI FANGO


Secondo Oxu.Az, le dovute informazioni sono state fornite nella rappresentazione di Udulu villaggio di Hajiqabul.
In linea con l'informazione, l'eruzione è stata registrata alle 03.00 di notte e ha continuato fino al mattino.
Il vulcano ha eruttato nella zona di insediamento Udulu è tra i più grandi vulcani dell'Azerbaigian.
In precedenza un'eruzione era avvenuta a 35 km dalla città di Shirvan nell'aprile 2013.


Fonte:http://news.az/articles/environment/104627

PERU': IL VULCANO EL MISTI E' NUOVAMENTE ATTIVO, ANCHE SE NON IN ATTIVITA'


Il simbolo iconico di Arequipa, il vulcano Misti, che guarda sopra la città peruviana meridionale è stato a lungo considerato 'addormentato.'
Tuttavia, gli studi da parte del Volcano Observatory meridionale (OVS, acronimo spagnolo), rivelano che è sveglio ed emette gas, informa Publimetro.
Attualmente è considerato il più grande vulcano a rischio nel paese sudamericano, con migliaia di abitanti risiedono nei pressi suo cratere.
"I gas che emette sono magmatici. Ciò conferma che il vulcano è attivo e non dorme, come molti pensano, "afferma un ingegnere del VS, Luisa Macedo, all'Afp al telefono da Arequipa, secondo Publimetro.
Il vulcano si trova a soli 17 chilometri dalla città.
L'ingegnere ha informato che quattro settimane fa un gruppo di ricercatori provenienti da OVS ha preso le immagini del cratere Misti.
Con la loro ricerca sono stati in grado di identificare l'attività magmatica.
"I gas raggiungono 500 metri e contengono acido solforico, carbonio e calcio", ha detto Macedo.
Egli ha informato che la distanza impedisce alle comunità vicine di essere interessate dalle emissioni.
Un altro specialista OVS, Domingo Ramos, ha spiegato che anche se il vulcano è attivo, non significa necessariamente che vi sia pericolo di un'eruzione pericolosa.
La sua ultima eruzione è stata nel 1784.

Fonte:http://www.peruthisweek.com/news-arequipa-misti-volcano-is-awake-108691

giovedì 21 gennaio 2016

GUATEMALA: NUOVA VIOLENTA FASE ERUTTIVA DEL VULCANO FUEGO

Un'altra fase di aumentata attività esplosiva ed effusione di lava si svolge presso il vulcano.
Nuovi flussi piroclastici sono stati osservati questa mattina.
Dopo la fase violenta durante i primi giorni di 2016, questo è già il secondo parossismo del vulcano quest'anno.

Nel corso degli ultimi mesi, tali fasi si sono verificate a intervalli ritmici sorprendenti di 3-4 settimane.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/fuego/news/56142/Fuego-volcano-Guatemala-update-second-paroxysm-with-lava-and-pyroclastic-flows.html

ISLANDA: PRESSIONE ALL'INTERNO DEL BARDARBUNGA IN DRASTICO AUMENTO, SEQUENZE SISMICHE SEMPRE PIU' FREQUENTI

Il 20 gennaio 2016 alle 13:05 UTC una sequenza sismica è iniziata nel sistema vulcanico del Bárðarbunga.
Questo sciame sismico non è stata una sorpresa dal momento che c'erano indizi che sarebbe successo il 17 e 18 gennaio 2016.

Il terremoto più forte in questo sciame ha avuto la grandezza di magnitudo 3.6 e che è un aumento della grandezza dall'ultimo sciame sismico che è avvenuto in questa posizione due settimane fa.
Questo terremoto sembra essere stato creato dalla spaccatura della roccia sotto la crescente pressione del volume magmatico.
C'è un cambiamento nella trama del tremore armonico a 2-4Hz pochi giorni prima che uno sciame sismico iniziasse nel vulcano Bárðarbunga.
Questo è successo più volte.
L'ultima volta che questo è accaduto è stato il 17 e 18 gennaio 2016.
Perché questo accada non si sa per certo.
Una idea è che il magma è in sovra-pressione una volta che entra nella camera magmatica e questo potrebbe essere il rilascio di gas nel magma allo stesso tempo.
Se questa è la realtà, si sta creando un'accumulo di magma gassoso nella parte superiore della camera magmatica che potrebbe esplodere in modo piuttosto esplosivo quando la pressione rompe la camera magmatica che attualmente lo detiene.
Questa è solo una idea, ma è la spiegazione più probabile su quello che sta succedendo all'interno del Bárðarbunga.
uesto potrebbe essere sbagliato, ma solo il tempo sta per raccontare ciò che accade.
Il periodo di tempo tra le sequenze di terremoti è sempre leggermente più corto, ora è circa la metà di una settimana da un'intera settimana come era lo scorso mese (Dicembre-2015).
Questo cambiamento di fase suggerisce che più magma fluisce nella camera di magma in volume maggiore.
L'evidenza attuale suggerisce che solo una camera magmatica si sta accumulando in questo momento, ma che la camera magmatica potrebbe essere grande e con un po 'di spazio a sinistra.
L'attività sismica sarebbe notevolmente più alta se l'eruzione stesse per iniziare.

Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=6023

martedì 19 gennaio 2016

KAMCHATKA: VASTA NUBE DI CENERE EMESSA DAL VULCANO ZHUPANOVSKY


Il vulcano Zhupanovsky in Estremo Oriente, penisola di Kamchatka, in Russia ha scaraventato una colonna di cenere ad un'altezza di 8 chilometri sopra il livello del mare dopo quasi due mesi di relativa calma, afferma un membro del gruppo locale dell'Istituto di Vulcanologia e Sismologia.
"Oggi intorno alle 04:30 ora locale [03:30 GMT] il vulcano Zhupanovsky ha eruttato cenere all'altezza di un massimo di 8 chilometri al di sopra del livello del mare.
La colonna di cenere potrebbe essere vista ad occhio nudo da Petropavlovsk-Kamchatsky e alcuni altri insediamenti ", ha detto lo scienziato.
Gli esperti hanno detto che la nube di cenere si estende in direzione est verso l'Oceano Pacifico.
Le aree popolate non sono attualmente in pericolo.
"Al momento, la nube di cenere si è diffusa per 20 chilometri e continua a muoversi verso l'oceano," ha riferito il membro del gruppo.
È stato emesso un codice "arancione" di avvertimento per l'aviazione.
Alle agenzie di viaggio è stato chiesto di non organizzare visite alle aree vicine al vulcano Zhupanovsky.
Il vulcano Zhupanovsky si trova in Kamchatka orientale, a circa 70 chilometri a nord da Petropavlovsk-Kamchatsky.
Zhupanovsky è uno dei vulcani meno studiati della regione nonostante la sua vicinanza a una grande città.
Si tratta di un vulcano complesso composto da quattro coni sovrapposti allineati su un asse est-ovest circa orientata, con il cono più alto che raggiunge un'altezza di 2.958 metri, e quello più basso 2.505 metri.

Fonte:https://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&ie=UTF8&prev=_t&rurl=translate.google.it&sl=auto&tl=it&u=http://tass.ru/en/science/850501&usg=ALkJrhhSjocXszLyJ2iE_9VG_J4yKw9H3A

lunedì 18 gennaio 2016

INDONESIA: AUMENTA L'ODORE DI ZOLFO NELLA ZONA DEL VULCANO EGON


Più di 1.200 persone sono state evacuate da tre villaggi vicini al Gunung Egon aFlores Island.
L'evacuazione ha iniziato Domenica 17 gennaio alle 7 locali, a causa di forti odori di zolfo provenienti dal vulcano.
Circa 2.000 maschere che sono state distribuite ai residenti del sud Egon.
L'allerta rimane al livello 3, costituita il 13 gennaio dalla PVMBG, e le nuove evacuazioni sono possibili, a seconda delle direzioni future.

Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/01/activity-of-egon-sinabung-bromo-and-copahue-volcanoes.html

giovedì 14 gennaio 2016

INDONESIA: INTENSA FASE ERUTTIVA DEL KARANGETANG


Cenere dal vulcano è stato osservata sulle immagini satellitari durante l'11-12 Gennaio, segnala Darwin VAAC.
Probabilmente, questa è venuto da una frana più grande causata da un piccolo flusso piroclastico, ma questo deve essere confermata.
L'ultimo rapporto VSI da questa mattina parla solo di continuo bagliore dalla cupola lavica lava attiva sulla sommità e piccole frane.

In caso di forti piogge, possono verificarsi frane più grandi e lahar, in particolare verso le valli si irradiano alla SE dal vulcano.
L'attività sismica rimane elevata con un aumento di terremoti vulcanici poco profondi.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/karangetang/news.html

GIAPPONE: DOPO TRE ANNI IL VULCANO NISHINOSHIMA SMETTE DI ERUTTARE


L'eruzione sembra essersi conclusa a metà dicembre.
Nel corso delle ultime due visite della Guardia Costiera giapponese il 27 dicembre e il 3 Gennaio 2016, non è stata più osservata alcuna fase eruttiva.
In due anni di eruzione dal tardo novembre 2013 sono aumentate le dimensioni dell'isola da 0,26. a 2,63 km quadrati.
Ora, tocca alle onde consumare lentamente le giovani coste e gradualmente diminuire di nuovo, finché non si verifica una prossima eruzione.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/nishino-shima/news.html

INDONESIA, FLORES: IL VULCANO EGON MINACCIA IL RISVEGLIO


A seguito di un ulteriore aumento dell'attività sismica, un avviso eruzione per il vulcano è stato rilasciato questa mattina.
Ai residenti che vivono ai piedi del vulcano è stato chiesto di evacuare per motivi di sicurezza.
Il Centro PVMBG alzato lo stato di allerta per il vulcano al livello 3 su una scala 1-4.
Una zona di esclusione è stato esteso fino a 3 km di raggio intorno al cratere, che ora include il villaggio di Egon Gahar.
Il Mount Egon (Gunung Egon, a volte chiamato anche Gunung Namang) è un stratovulcano situato nella parte sud-orientale dell'isola di Flores, Indonesia, nella zona della baia di Maumere.
Una frana durante l'eruzione del 29 gennaio 2004 ha costretto 6.000 persone ad evacuare l'area.
L'attività di Gunung Egon del 15 aprile 2008 ha costretto migliaia di persone ad evacuare.
Tremiti e fumi dal vulcano continano dal novembre 2010, che designa Egon come uno dei 11 vulcani in Indonesia in allerta al più alto livello.
Il vulcano si è risvegliato per la prima volta nel 2004 dopo 118 anni di silenzio.

Fonti:
http://www.volcanodiscovery.com/it/egon/news/56051/Egon-volcano-Flores-Island-Indonesia-eruption-warning-evacuations.html
https://en.wikipedia.org/wiki/Mount_Egon

mercoledì 13 gennaio 2016

NICARAGUA: NUOVA VIOLENTA ERUZIONE DEL VULCANO MOMOTOMBO


In America centrale, il Nicaragua ha avuto luogo una forte esplosione dallo stratovulcano Momotombo.
Il vulcano nei pressi della città di Leónda ormai diverse settimane continua e emettere lava, cenere e lunghe colonne di fumo, una nuvola di vapore e cenere ha raggiunto un'altitudine di 3.000 metri sopra il bordo del cratere. Secondo le autorità, non vi è alcuna minaccia attuale a vivere all'interno della popolazione del vulcano.
Il Momotombo è uno stratovulcano in Nicaragua, vicino alla città di León.


Fonte:http://latina-press.com/news/213715-nicaragua-starke-explosion-am-vulkan-momotomo/

KAMCHATKA, RUSSIA: VIOLENTA FASE ERUTTIVA DEL VULCANO KARYMSKY


L'attività del vulcano, in continua attività esplosiva intermittente per molti anni, sembra essere elevata al momento.
Diverse esplosioni sono state segnalate nei giorni scorsi, attraverso le osservazioni delle colonne di cenere si è riferito che raggiungono un'altezza fino a 18.000 ft (5,5 km) altitudine (Tokyo VAAC).

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/karymsky/news/55965/Karymsky-volcano-Kamchatka-ash-plume-to-18000-ft-reported.html

martedì 12 gennaio 2016

SICILIA: NUOVI VULCANI DI FANGO IN ERUZIONE


Quattro nuovi vulcani di fango si sono formati il 7 gennaio alle 07:30 a Paterno, via Salé, nel cortile di una casa privata.
Un rumore come bollente ha attirato l'attenzione dei residenti a pochi passi dalle Salinelle dei Cappuccini e si sono trovati di fronte ad una colata di fango in due ore, che si è sviluppata su un'area di 200 metri in pendenza della strada.
I vigili del fuoco sono intervenuti e i servizi comunali per consentire l'accesso a un alloggio e costruire un tubo per drenare eventuali nuovi smottamenti.
Il flussi si sono interrotti il 9 gennaio.

In passato, l'attività di Salinelle ha già prodotto all'esterno dei siti noti come Salinelle dei Cappuccini e Salinelle del Fiume.
Lo scorso agosto, tre vulcani di fango si erano formati nella zona di Sami.
Questo evento di vulcanismo secondario denominato "Salinelle", è caratterizato da crateri di fango, e l'emissione di anidride carbonica, metano e gas legati a eventi vulcanici.


Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/01/the-salinelle-of-paterno-erupting.html

INDONESIA: CONTINUA LA FASE ERUTTIVA DEL VULCANO SINABUNG


Una foto scattata all'alba del 11 Gennaio 2016 mostra il flusso di lava incandescente e cenere vulcanica eruttati dal Monte Sinabung durante un'eruzione vista dal villaggio di Kuta Tengah a Karo, Nord Sumatra, in Indonesia.

L'attività vulcanica del monte Sinabung non è mai cessata la sua ripresa nel 2013, quando migliaia di persone che vivono vicino al vulcano furono costrette a fuggire dalle loro case dopo il suo inizio eruzione violenta.



Fonte:http://china.org.cn/environment/2016-01/12/content_37556402.htm

lunedì 11 gennaio 2016

ISLANDA: INTENSA ATTIVITA' SISMICA SCUOTE IL BARDARBUNGA E IL VULCANO LOKI-FOGRUFJOLL


L'attività sismica attuale nel vulcano Bárðarbunga vulcano sta per essere una caratteristica regolare fino alla prossima eruzione.
La situazione nel complesso del Bárðarbunga e zone limitrofe sta diventando sempre più complessa a causa della crescente massa magmatica in profondità e un'alto numero di terremoti stanno creando percorsi per la risalita del magma verso la crosta superficiale.
Dal momento che l'eruzione a Holuhraun si è conclusa c'è stato aumento dell'attività sismica nel Bárðarbunga, questo è meglio visto da quasi ogni settimana con terremoti di magnitudo 3.0 o più forti. Ciò che è apparso nel corso delle ultime settimane è l'attività nel profondo del complesso vulcanico Trölladyngja, l'attività è iniziata a 28 km di profondità e fino a 20 km di profondità attualmente. Tale processo ha preso solo circa 1.5 - 2.5 mesi per accadere (breve lasso di tempo).

L'attività in Trölladyngja è preoccupante dal momento che se il magma riesce a creare un percorso verso la superficie sta per iniziare a un'eruzione in quella zona.
Il magma sotto Trölladyngja potrebbe anche fermarsi in esso se si arriva abbastanza vicino alla superficie senza eruzione potrebbe creare una nuova collina o una nuova area idrotermale.
Qualunque cosa accada, alla fine, sarà interessante.

La seconda questione che ora sta cominciando a mostrare in sé è il vulcano Loki-Fögrufjöll, noto anche come Hamarinn.
Oggi, un terremoto di magnitudo 3.2 ha avuto luogo su di esso, non lontano dai calderoni Skaftárkötlum, a profondità era 0,7 km.
Il terremoto oggi nel vulcano Bárðarbunga aveva la magnitudo di 3.2 con la profondità di 0,1 km.
Loki-Fögrufjöll vulcano è un vulcano complesso con camere magmatiche superficiali.
Dopo l'ultima imponente inondazione glaciale è chiaro che l'attività idrotermale dei calderoni Skaftárkatlar sta aumentando e le aree idrotermali stanno crescendo in dimensioni.
Ciò significa che c'è più energia che fluisce nei sistemi idrotermali e l'unico modo che spieghi tutto ciò l'afflusso di nuove masse magmatiche all'interno del vulcano. Questo sviluppo è preoccupante, sia nel breve e lungo termine. Questo aumenta il rischio di minore eruzione del vulcano Loki-Fögrufjöll notevole, a mio avviso. Rischio di grande eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano è anche aumentato. Ultima eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano che era grande ha avuto luogo nel 1910 e durò da giugno a ottobre dello stesso anno. Ultima eruzione minore a mio avviso, ha avuto luogo nel luglio 2011, della durata di poche ore. Quella eruzione non è stata confermata dai geologi ma, non so perché. Un fiume ghiacciaio seguito quella eruzione.

Altre complessità in tutto questo sono fessure casuali che potrebbero aprirsi sotto argini ignoti, e iniziare una eruzione in aree che potrebbero non avervisto un'eruzione da lungo tempo.
Per il Bárðarbunga, dal momento che avvia un ciclo eruttivo potrebbe continuare fino a 20 anni per finire una volta che è iniziato.
Il ciclo eruttivo che è iniziato nel 1862 non è finita fino al 1910. Un nuovo ciclo eruttivo iniziato nel 2014 è in corso.
Il più lungo ciclo eruttivo chenei dati GVP è un ciclo eruttivo che è iniziato nel 1697, e non è finita fino all'anno 1797.

Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5995

martedì 5 gennaio 2016

INDONESIA, SULAWESI: POTENTE FASE ERUTTIVA DEL VULCANO SOPUTAN


Il vulcano Soputan nella parte orientale della provincia di Sulawesi, Indonesia, si è risvegliato alle 08:53 ora locale di Lunedi, afferma il National Disaster Mitigation Agency (BNPB).
Le autorità hanno aumentato lo stato del vulcano da alert (II livello) al più alto livello (III livello).
Il vulcano ha espulso fumo colonne di cenere ad un'altitudine di 2000 metri, in direzione sud-est. "La lava è stata visto fluire nella parte orientale del pendio del vulcano con tonanti suoni sentiti dal cratere del vulcano", ha detto Xinhua Sutopo per telefono, portavoce del BNPB.

Fonte:http://news.xinhuanet.com/english/2016-01/05/c_134977210.htm

GUATEMALA: INTENSA FASE ERUTTIVA DEL VULCANO FUEGO

Il vulcano Fuego nei pressi di Città del Guatemala ha aumentato la propria attività eruttando un'intensa colonna di cenere a sette chilometri di altezza

Il vulcano Fuego, Guatemala, sta eruttando in modo drammatico, espellendo colonne di cenere a 7 km verso il cielo.
Non ci sono state evacuazioni a causa dell'attività nella notte di Domenica.
Ma i funzionari hanno chiesto alle comunità vicine a rimanere vigili e l'istituto di Vulcanologia Istituto del Guatemala ha consigliato le autorità dell'aviazione di non entrare in contatto con la nube di cenere.
L'istituto ha detto che la montagna, il cui nome si traduce in Vulcano di Fuoco, ha prodotto "costanti tuoni simili a una locomotiva del treno e forti esplosioni" che hanno scosso tetti e finestre a 30 km di distanza.
Il portavoce in risposta al disastro nazionale David de Leon ha detto che il particolato di stava cadendo in almeno otto città vicine.
L'eruzione, iniziata la scorsa settimana si è intensificata negli ultimi giorni.
Il vulcano, che si trova circa 50 km a sud ovest di Città del Guatemala, si trova a circa 12.300 piedi sopra il livello del mare, nel centro-sud del Guatemala.
Ha eruttato 13 volte l'anno scorso.
Nel mese di febbraio 2015, il vulcano ha subito un potente eruzione che ha spinto alla chiusura dell'aeroporto della capitale.

Fonte:http://www.theguardian.com/world/2016/jan/05/lt--guatemala-volcano-erupts

ISLANDA: TRA DICEMBRE E INIZIO GENNAIO UN MAGGIOR NUMERO DI FORTI TERREMOTI SULLA CALDERA DEL BARDARBUNGA


Il 26 dicembre 2015 due terremoti di magnitudo 3.3 hanno fatto tremare la caldera del Bardarbunga.
Questa attività sismica è stata seguita da un cambiamento di attività di 2 - 4 delle bandeHz, questo potrebbe segnalare un aumento del magma in profondità in parti poco profonde della superficie.

Il rischio di eruzione del vulcano Bárðarbunga sta aumentando velocemente e potrebbe scoppiare senza preavviso in qualsiasi momento.
L'Islanda Met Office ha una visione diversa e che non vi è alcun rischio maggiore di eruzione del vulcano in Bárðarbunga in questo momento, anche se il magma continua ad aumentare nel vulcano Bárðarbunga.

I terremoti di magnitudo 3.3 nella parte nord-est della caldera del Bárðarbunga hanno avuto la profondità di 0.1 km.
Il terremoto di magnitudo 3.3 nella parte sud-est della caldera aveva la profondità di 2.5 km.

L'attività sismica minore nel vulcano Bárðarbunga vulcano aveva creato un semicerchio di terremoti nella caldera.
Successivamente la fase sismica è andata lentamente calmandosi fino a inizio gennaio 2016.
Il 04Gennaio 2016 una nuova ripresa dell'attività sismica ha avuto luogo nella caldera.
Il terremoto più forte era di grandezza di 3.3 e il terremoto più piccolo ha avuto una magnitudo di 3.2, seguito da un'altro di magnitudo 3.0.
Altri sono terremoti sono avvenuti in questa fase sismica di minore grandezza.

La grandezza di un terremoto del 03 gennaio 2016 ha avuto la magnitudo di 2.6 e la profondità di 21,5 km.
L'attività sismica attuale del Bárðarbunga è stato collegata a un inflazione che sta ora avvenendo dove i terremoti sono in corso.
Secondo Kristín Jónsdóttir su RUV notizie sembra che almeno una camera magmatica a 10-15 km di profondità all'interno Bárðarbunga vulcano si sta sollevando e aumentando di volume e potrebbe comportare una eruzione nei prossimi mesi. Dove e quando è impossibile sapere a questo punto nel tempo.
Nel contempo si osserva che le scosse di terremoti di magnitudo 3.0 stanno già aumentando, di conseguenza è chiaro il volume e la pressione del magma all'interno del complesso vulcanico stanno già aumentando a livelli critici, di conseguenza è probabile che la prossima fase eruttiva inizierà prima di giugno.
Questo in base al fatto che quando si arriva ad un forte aumento delle scosse di terremoto di magnitudo 3.0 significa che si sta arrivando a livelli di instabilità interna alla caldera.



Fonti:
http://www.jonfr.com/volcano/?p=5947
http://www.jonfr.com/volcano/?p=5981

lunedì 4 gennaio 2016

NICARAGUA: POTENTE FASE ERUTTIVA DEL MOMOTOMBO


Una forte esplosione è avvenuta nella mattina del 3 gennaio alle 04:22 ora locale, presso il vulcano, che copre gran parte della sommità con materiale espulso ad incandescenza.
L'effusione del flusso di lava e l'attività stromboliana continua si erano fermati ai primi di dicembre, seguiti da solo degassamento ad alta temperatura, sporadiche esplosioni minori e la crescita di quella che poteva essere una cupola di lava.
Una fase più intensa di attività sembra essere iniziato ieri.
All'inizio il 2 gennaio, piccole emissioni di cenere si erano verificato, seguite da altre, esplosioni ancora deboli nel primo pomeriggio di ieri.
La forte esplosione ha coinvolto un flusso piroclastico sul lato NE del vulcano, raggiungendo circa 1,5-2 km di lunghezza.
Questa attività è segno di una nuova massa di magma in arrivo al cratere, e che porta a più intensa attività in arrivo.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/momotombo/news/55930/Momotombo-volcano-Nicaragua-strong-explosion-this-morning.html

NICARAGUA: ALL'INTERNO DEL VULCANO MASAYA SI E' FORMATO UN LAGO DI MAGMA


Un lago di lava circa. 10x20 metri di diametro, è attivo all'interno del cratere principale del vulcano.
Questa attività sembra essere iniziata a metà dicembre e ha continuato da allora.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/volcano-activity/news/55935/Volcanic-activity-worldwide-3-Jan-2016-Masaya-volcano-Momotombo.html

Comments System

Disqus Shortname