mercoledì 30 dicembre 2015

ISOLE VANUATU: AUMENTO SIMULTANEO "MAI OSSERVATO" DELL'ATTIVITA' DI DIVERSI VULCANI


Le autorità di Disaster in Vanuatu stanno monitorando attentamente gli aumenti simultanei senza precedenti nell'attività dei tre dei vulcani del paese.
Il Dipartimento georischi Vdi anuatu ha sollevato il livello 2 per entrambi i vulcani settentrionali e meridionali del Ambrym e Tanna.
C'è un minore livello 1 di allerta per un vulcano sull'isola Ambae.
Il Geohazard officer Eslien Garaebiti afferma che aumento di attività a tutti i vulcani non è mai stato visto prima e dice che il reparto è particolarmente preoccupato per i crateri Tanna e Ambrym.
«Sono sotto maggiore livello di agitazione e sono quelli che stanno attirando la nostra attenzione in questo momento per ogni aumento di attività alla quale dovremmo rispondere."
I vulcani di Vanuatu sono tra i più accessibili al mondo e sono una grande attrazione per l'industria turistica.


Fonte:http://www.radionz.co.nz/international/pacific-news/293190/increased-activity-at-vanuatu-volcanoes

lunedì 21 dicembre 2015

ISLANDA: FORTE ATTIVITA' SISMICA DI ORIGINE MAGMATICA SCUOTE IL BARDARBUNGA


Il 20 dicembre 2015 una forte attività sismica si è svolta sul vulcano Bárðarbunga.
Il terremoto più forte di questa sequenza sismica ha avuto la grandezza di 3.5 e il secondo più grande sisma ha avuto la grandezza di 3,1.
Questa attività sismica è bassa e al di sopra di sopra di 10 km di profondità e sembra essere frutto di attività di magma nella parte nord-orientale della caldera del Bárðarbunga.
I terremoti che hanno avuto luogo sembrano essere terremoti-vulcanici di lungo periodo.

C'è chiaramente qualcosa da fare sul Bárðarbunga, è già noto che un nuovo sollevamento della superfice dell'area vulcanica si sta svolgendo al Bárðarbunga vulcano dopo vje l'eruzione a Holuhraun si è conclusa nel febbraio 2015.
Insieme con aumento delle intrusioni magmatiche questo suggerisce chiaramente che la pressione del magma è in aumento all'interno Bárðarbunga vulcano.
Quello che preoccupa non è il rischio di una grande eruzione sul Bárðarbunga.
Il rischio è il momento di piccola eruzione in atto, se una piccola eruzione avviene sotto un ghiacciaio sta a significare un alluvione glaciale.
Le sue dimensioni dipende dalle dimensioni dell'eruzione, durata e altri fattori.
Attualmente non ci sono segni di imminente eruzione, ma ciò potrebbe cambiare senza preavviso.
La parte nord-orientale del vulcano caldera Bárðarbunga è la struttura indebolita a causa di tutta l'attività sismica degli ultimi 15 mesi.


Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5940

giovedì 17 dicembre 2015

MESSICO: FORTE FASE ERUTTIVA DEL VULCANO COLIMA


L'attività al vulcano rimane elevato. Da moderate a forti esplosioni Vulcaniane si verificano ogni poche ore.
In allegato è una fantastica immagine che mostra un fulmine vulcanica durante una tale esplosione il 14 dic.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/colima/news/55801/Colima-volcano-Mexico-intense-explosive-activity.html

GUATEMALA: TORNA AD AUMENTARE L'ATTIVITA' DEL VULCANO FUEGO


Un'altra fase di forte attività è iniziata sul vulcano ieri.
L'osservatorio del vulcano riferisce che le esplosioni sono diventate più intense e frequente, 4-6 per ora, la sera del 14 dicembre
Pennacchi di cenere sono saliti fino a 1 km e onde d'urto hanno accompagnato molte di esse.
Due nuovi flussi di lava, lunga 800 m, hanno cominciato a dirigersi verso il Santa Teresa (versante ovest) e Trinidad (fianco sud).
Questo sarebbe il 13 ° episodio parossistico nel corso del 2015, e se aumenta l'attività ulteriore, flussi piroclastici pericolosi sono suscettibili di verificarsi nelle prossime ore / giorni. In particolare, i letti dei fiumi e le valli ai piedi della montagna dovrebbero essere evitati in ogni momento, in quanto queste sono aree ad alto rischio.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/fuego/news/55811/Fuego-volcano-Guatemala-increase-of-activity-new-lava-flows.html

GIAPPONE: NUOVI SEGNI DI RISVEGLIO DEL VULCANO KRISHIMA


Nuove fumarole sono stati rilevati sul fianco SW del cratere Iozan Ebino e un forte odore di zolfo è stato segnalato.
Altri segni di notevole agitazione sono stati rilevati al vulcano.

Già dal 2012 a quest'anno frequenti aumenti dell'attività sismica e deformazioni del suolo, dopo la grande eruzione del 2011, avevano evidenziato come il complesso vulcanico stesse nuovamente preparandosi a eruttare.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/kirishima/news/55821/Kirishima-volcano-Japan-new-fumaroles-on-the-Iozan-Ebino-cone.html

INDONESIA: AUMENTO DELL'ATTIVITA' SISMICA SUL VULCANO EGON


Disordini sismici sono stati rilevati attorno al vulcano.
Il 15 dicembre, VSI ha innalzato il livello di allerta del vulcano 1-2, su una scala 1-4.
Si raccomanda di non avvicinarsi al cratere in un raggio di 1,5 km, in quanto possono verificarsi esplosioni inaspettate.
Di 1703 metri di altitudine il vulcano Egon è uno dei vulcani attivi di Flores.
Dopo circa un secolo in cui era dormiente, il vulcano è si è risvegliato improvvisamente nel 2004, innescando l'evacuazione di circa 7000 persone.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/egon/news/55847/Egon-volcano-Flores-Island-Indonesia-seismic-unrest-alert-level-raised.html

ISLANDA: NUOVA INTRUSIONE DI MAGMA ALL'INTERNO DEL BARDARBUNGA


Una nuova sequenza sismica innescata dall'aumento del magma interno al vulcano è iniziata nell'area del vulcano Bardarbunga, il più grande terremoto ha avuto la grandezza di 2,5.
Altri terremoti sono stati più piccoli.
La profondità era da 15,6 km a 23,2 km. In base alla posizione, questo è chiaramente un intrusione magmatica.
Ciò suggerisce che i processi magmatici del vulcano Bárðarbunga stanno iniziando a crescere di nuovo.

Vi è stato anche un cambiamento del tremore armonico nella stazione SIL Vonarskarð.
Che cosa lo abbia generato rimane sconosciuto.
Questo potrebbe essere un cambiamento nei sistemi idrotermali sotto il ghiacciaio, ma è impossibile sapere con certezza.


Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5935

venerdì 4 dicembre 2015

ITALIA, SICILIA: L'ETNA AUMENTA LA SUA ATTIVITA' CON UN'INSOLITO QUANTO VIOLENTO PAROSSISMO


Dopo aver aumentato gradualmente l'attività stromboliana nel corso della serata del 2 dicembre, questo aumento dell'attività si è trasformato in una breve ma molto violenta fase di fontane di lava e una colonna eruttiva alta diversi chilometri.
Il culmine del parossismo è avvenuto alle 3:20-04:10 ora locale (GMT + 1) quando le fontane di lava continue hanno raggiunto l'altezza di più di 1 km; alcuni getti di materiale caldo hanno raggiunto l'altezza di 3 km sopra la cima del vulcano.
Durante il picco della eruzione, bombe incandescenti sono state espulsi a più di 3 km di altezza.
La nube di materiale piroclastico è stata trasportata dal vento a nord-est, causando ricadute di cenere su paesi come Linguaglossa, Francavilla di Sicilia, Milazzo, Messina e Reggio Calabria. All'alba, l'attività eruttiva era quasi cessata, anche se alcune emissioni di cenere deboli si sono verificate sia dalla Voragine, il cratere Nord-Est, e dal nuovo cratere sul fianco superiore del Nuovo Cratere di Sud-Est.

L'evento parossistico di ieri sera è stato tra gli episodi eruttivi più violenti dell'Etna durante gli ultimi due decenni; Voragine aveva due parossismi particolarmente intensi in precedenza, il 22 luglio 1998 e 4 settembre 1999.
Entrambi avevano prodotto fontane di lava alte, - nel caso del 4 settembre 1999 un parossismo che aveva superato i 2.000 m di altezza.
Le colonne eruttive durante l'evento del 22 Lug 1998 hanno raggiunto un'altezza di 12 km sul livello del mare.
Materiale piroclastico abbondante era caduto nel settore meridionale del vulcano durante il primo evento (1998) e in quella orientale durante il parossismo del 1999.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/etna/current-activity.html

NICARAGUA: E' INIZIATA UNA FASE ERUTTIVA MAGMATICA DEL VULCANO MOMOTOMBO


Una nuova eruzione magmatica è ora in corso al vulcano: pulsanti fontane di lava alimentano un nuovo flusso di lava che scende lentamente sul lato NE del vulcano, e una colonna di cenere densa che sorge ad un'altezza di 2-2.5 km sopra il vulcano sta andando alla deriva verso nord-ovest.

Questa si tratta della sua prima fase eruttiva in oltre centodieci anni di silenzio.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/momotombo/news/55627/Momotombo-volcano-Nicaragua-new-magmatic-eruption-with-lava-fountaining.html

ISLANDA: SCIAME DI TERREMOTI SUL VULCANO TORFAJOKULL


Il 3 dicembre 2015 uno sciame di terremoti ha avuto luogo nel vulcano Torfajökull.
Questo era un piccolo sciame sismico e nessuno dei terremoti è andato sopra magnitudo 2,0.
La profondità suggerisce che le origini di questo sciame sismico possono essere ricondotte ai cambiamenti idrotermali in atto nel vulcano.

Questo tipo di attività sismica che avviene nel sistema vulcanico del Torfajökull dal magma è a poca profondità in una vasta area all'interno della caldera.
Nient'altro si aspetta che accada anche se ovviamente tutto potrebbe cambiare senza preavviso, come avvenne nel Bardarbunga prima dell'eruzione del 2014-2015.

Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5902

mercoledì 2 dicembre 2015

KAMCHATKA: NUOVA POTENTE FASE ERUTTIVA DEL VULCANO ZHUPANOVSKY


Dopo il suo risveglio 3 giorni fa, una potente eruzione si è verificata sul vulcano alle 13:50 ora locale e ha prodotto un pennacchio che è salito a circa 30.000 ft (9 km) altitudine e alla deriva SE. Era chiaramente visibile anche dalla capitale Petropavlovsk.
Il codice di colore di aviazione del vulcano è stato sollevato ad arancione.

Nuove emissioni di cenere erano iniziate il 27 nov, rilevate sulle immagini satellitari. Un pennacchio di circa 300 km era stato visto alla deriva est dal vulcano a circa 18.000 ft (6 km) altitudine.

Fonti:
http://www.volcanodiscovery.com/zhupanovsky/news/55581/Zhupanovsky-volcano-Kamchatka-strong-explosion-ash-to-30000-ft-altitude.html
http://www.volcanodiscovery.com/zhupanovsky/news/55576/Zhupanovsky-volcano-Kamchatka-new-ash-emissions.html

INDONESIA: IL VULCANO AWU MINACCIA DI ERUTTARE


La scorsa settimana, PVMBG innalzato il livello di allerta per il più settentrionale noto vulcano attivo in Indonesia in quanto segni di una nuova agitazione erano stati rilevati di recente: per lo più, si tratta di un aumento dell'attività sismica superficiale dato che l'estate è più pronunciato a partire dalla metà del mese di novembre.
D'altra parte, le misurazioni di gas ancora mostrano valori bassi per la SO2 e CO2, tipici gas magmatici di origine più profonda.

Un'eruzione non è attualmente prevista nel prossimo futuro, ma una maggiore vigilanza nei confronti del vulcano è stata imposta.
Ula è uno dei più letali vulcani attivi dell'Indonesia, dopo aver prodotto oltre 8000 (diretti) decessi combinato durante le sue eruzioni dall'inizio del 18 ° secolo.
L'ultima eruzione di ULA si è verificata nel 2004 e consisteva inì solo attività esplosiva moderata, seguita dal versamento di una nuova cupola di lava nella sua caldera al vertice.
Il vulcano ha anche prodotto eruzioni molto potenti come nel 1812 e nel 1966 (classifica VEI 4).
Durante l'eruzione del 1966 eruzione, il lago vulcanico si è prosciugato catastroficamente e ha causato gravi lahars che hanno causato almeno 40 vittime.

La nuova cupola di lava dall'eruzione 2004 è cresciuto presso il sito del lago, che è una situazione molto simile al vulcano Kelut a East Java nel 2007.
La cupola lavica di Kelut è violentemente esplosa durante l'eruzione sub-pliniana del 13 Feb 2014, che è non era stata prevista, e questo è un possibile scenario pure per il vulcano Ula.
Se la cupola di lava bloccasse il condotto e fosse distrutta da una fortissima esplosione, potrebbe minacciare migliaia di persone che vivono sulle pendici e ai piedi del vulcano (di flussi piroclastici, lahar, cadute di cenere, bombe di lava).



Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/awu/news/55591/Awu-volcano-Sangihe-Islands-Indonesia-alert-level-raised.html

CILE: L'ATTIVITA' DEL VULCANO COPAHUE CONTINUA AD UAMENTARE LENTAMENTE


L'attività sul vulcano continua ad aumentare lentamente.
Negli ultimi giorni, l'attività esplosiva continua sul cratere sommitale vertice ha prodotto un pennacchio di cenere nera che ha raggiunto 1-2 km di altezza e si è spostato in direzioni est.
Un bagliore di incandescenza è spesso visibile sul cratere durante la notte:



Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/copahue/news/55596/Copahue-volcano-Chile-continuous-ash-emissions-crater-glow.html

GUATEMALA: POTENTE FASE ERUTTIVA DEL VULCANO SANTIAGUITO


Una fase di elevata attività è iniziata sul vulcano dal 29 novembre. Il più grande evento finora è avvenuto alle 07:07 ora locale, quando una forte esplosione ha prodotto un pennacchio di cenere che è salito circa. 2-3 km e (probabilmente) un piccolo flusso piroclastico.

Una consistente caduta di cenere si è verificata nei paesi vicini e nelle città, tra cui San Marcos Palajunoj, e Finca La Florida.
Nei giorni precedenti, numerose ma significativamente più grandi rispetto alla media esplosioni si sono verificate dalla cupola di lava Caliente, che in media produce solo 2-3 piccole esplosioni al giorno.
Il seguente video è stato fatto la sera del 28 novembre e mostra una delle esplosioni. Diversi altri simili hanno seguito durante la notte:

In un rapporto speciale INSIVUMEH ha registrato un'esplosione che ha espulso bombe incandescenti a 150 m sopra la cupola.
Inoltre, una grande valanga incandescente si è verificata sul fianco orientale della cupola Caliente.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/guatemala/santiaguito/news/55606/Santiaguito-volcano-Guatemala-increased-activity-large-explosion-this-morning.html

NICARAGUA: DOPO 110 ANNI SI RISVEGLIA IL VULCANO MOMOTOMBO


Una serie di esplosioni si è verificata sul vulcano lunedì primo dicembre alle 07:49, 08:17, 08:42, e 08:55 ora locale.
Le eruzioni, in particolare l'ultima e più grande hanno prodotto vapore ed emissioni di cenere che sono saliti fino a circa 1 km dalla sommità del vulcano.
La caduta di cenere è stata osservata nella comunità di El Papalonal e nei pressi della centrale geotermica Momotombo a SW del vulcano.

Questo segna la prima attività eruttiva del vulcano in 110 anni, l'ultima eruzione confermata di Momotombo è stata nel 1905.
Dal 1524, il vulcano ha conosciuto 16 eruzioni registrate, la maggior parte di loro piccole, probabilmente esplosioni freatiche.
Eruzioni più grandi si sono verificati nel 1605 e 1609, quando le esplosioni hanno espulso bombe di lava più grandi e blocchi per distanze considerevoli, - come riferito caddero nella zona della città ormai abbandonata di León Viejo circa a 6 km ad ovest dal vulcano.
Il vulcano ha mostrato agitazione sismica durante i pochi anni passati già con frequenti terremoti poco profondi che si verificavano nella zona.
Un team di vulcanologi da INETER è arrivato a prendere campioni di cenere, gas e monitorare il vulcano più da vicino.

Nei giorni successivi sembra che la fase eruttiva del vulcano si sia intensificata.
Sembra che il vulcano continui a eruttare e abbia intensificato la sua attività con esplosioni continue.
Bagliore luminoso, probabilmente da materiale incandescente, ma anche un flusso di lava, forse può essere visto essere visto dal cratere sommitale sulla webcam INETER.

Fonti:
http://www.volcanodiscovery.com/momotombo/news/55601/Momotombo-volcano-Nicaragua-small-explosive-eruptions-this-morning-first-eruption-in-110-years.html

Comments System

Disqus Shortname