venerdì 30 ottobre 2015

INDONESIA: MODERATA FASE ESPLOSIVA SUL VULCANO RINJANI


Il Rinjani è un vulcano attivo dell'isola di Lombok in Indonesia. La sua altitudine di 3.726 metri sul livello del mare, il che lo rende il secondo vulcano più alto del paese, e la cima più elevata dell'isola.
La caldera di 8,5 km per 6 km contiene al suo interno un lago, il Segara Anak (posto a circa 2000 m sopra il livello del mare).
La sua prima eruzione in epoca storica ha avuto luogo nel settembre 1847. La più recente è avvenuta il 1º ottobre 2004. Le eruzioni del 1994, 1995 e 1996, hanno formato un piccolo cono nel centro della caldera, il Gunung Baru (picco a circa 2.300 metri).
Una massiccia eruzione del Rinjani nel 1257 ha innescato un episodio di raffreddamento globale e il fallimento dei raccolti in tutto il mondo.
Il 25 ottobre una moderata eruzione esplosiva è avvenuta sul cono Barujari, il quale si trova al centro del lago della caldera del vulcano Rinjani sull'isola indonesiana di Lombok.
Gli escursionisti e quelle presenti nel lago sono stati evacuati, il Parco Nazionale del Rinjani è stato chiuso e tutti i sentieri che dà accesso al vulcano.
L'esplosione non è stata accompagnata da una significativa attività sismica, e l'emissione di cenere era troppo inferiore per essere rilevata dal satellite.
Tuttavia, VAAC Darwin ha aumentato il livello di allerta arancione aviazione.

Fonti:
https://en.wikipedia.org/wiki/Mount_Rinjani
http://www.earth-of-fire.com/2015/10/activite-au-rinjani-au-turrialba-et-en-equateur.html

LA REUNION: NUOVA FASE ERUTTIVA DEL PITON DE LA FOURNAISE


Altra (la terza) fase eruttiva iniziata sul vulcano Piton de la Fournaise.
Dalle 16:00 ora locale, l'osservatorio del vulcano ha registrato un aumento del tremore e un'aumento della massa lavica è stato visto nel condotto dopo le 20:00.
Poco dopo 4:00 di questa mattina, l'attività si intensificata ulteriormente formando un nuovo lago di lava attivo all'interno del grande nuovo cratere che si era formato all'inizio del eruzione nei pressi di Rivals Piton. L'attività è attualmente visibile dal sentiero che porta a Piton Bert.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/piton_fournaise/news/55124/Piton-de-la-Fournaise-volcano-La-Runion-eruption-resumes-once-again.html

giovedì 22 ottobre 2015

GIAPPONE: L'ERUZIONE DEL VULCANO NISHINOSHIMA CONTINUA SENZA CAMBIAMENTI


L'eruzione che è iniziata nel Nov 2013 continua ancora con nessun cambiamento significativo.
Nel corso della più recente indagine il 18 ott dalla Guardia Costiera giapponese, è stata osservata attività stromboliana dalla bocca centrale, ma le colate di lava non hanno più raggiunto la costa del giovane isola, che è stata modificato dal moto ondoso.
Secondo una analisi batimetrica condotto tra il 22 giugno e il 9 luglio, il volume di lava totale espulsa finora è di circa 160 milioni di metri cubi, di cui 74 milioni di m3 sono sotto il livello del mare.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/volcano-activity/news/55007/Volcanic-activity-worldwide-21-Oct-2015-Karangetang-volcano-Nishino-shima.html

martedì 13 ottobre 2015

ISLANDA: IL MAGMA SOTTO LE MONTAGNE DI TUFO UPPTYPPINGAR


Le Upptyppingar sono montagne di tufo vulcanico negli altopiani orientali in Islanda.
La loro formazione è dovuta a un'eruzione sub-glaciale in questa zona circa 12.000 anni fa.
Una seconda più vecchia caratteristica di questo tipo presente anche in questo campo, chiamata Álftadalsdyngja.
Si ritiene che si sia formata intorno a 700.000 anni fa in una eruzione di basalto in questo settore.
Upptyppingar e Álftadalsdyngja sono all'interno dello sciame di fratture del vulcano Kverkfjöll.

Nel 2007 una sequenza di terremoti di sciami ha iniziato ad apparire nella zona di Upptyppingar.
L'attività sismica nella zona Upptyppingar hanno continuato da allora.
Il numero totale dei terremoti in questa zona a partire dall'anno 2007 è qualcosa di più di 6000 totali.
Il motivo per cui i terremoti stanno accadendo in questa posizione è perché il magma sta spingendo attraverso la superficie in questo settore.
Questo è stato confermato da misurazioni GPS a partire dall'anno 2007.
E' opinione che una maggiore attività del vulcano Askja potrebbe innescare un'eruzione nella zona Upptyppingar o nella vicina zona.
Questa è solo speculazione sulla base di dati osservati.
Ecco alcuni dati scientifici nella regione di Upptyppingar e il magma che si è accumulato a 15 km di profondità sotto le montagne Upptyppingar a partire dall'anno 2007.

Localizzazione dei terremoti rispetto al periodo 2007.

Profondità dei terremoti nel 2007. Come si vede, il magma si è spostato verso l'alto con il tempo.

Posizione stimata del magma sotto il vulcano Upptyppingar. Questa posizione si basa su terremoti e altre misure.

Quello che succede con Upptyppingar ora è solo una questione di aspettare e vedere.


Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/%3Fp%3D901

ISLANDA. AUMENTO DEI TERREMOTI NELLA REGIONE DI ASKJA


Una sciame sismico superficiale sta continuando a 25 km a NE della caldera Askja.
Più di 150 piccole scosse con magnitudo fino a 2.2 sono state finora registrati a profondità tra 3-12 km a 5 km a nord di Herðubreið, un antico vulcano subglaciale 20 km a NE della caldera Askja.

L'attività sismica in questa regione è causata da un'intrusione magmatica ed è aumentata anche durante il periodo della fase eruttiva del vulcano Bardarbunga, mantenendosi a livelli moderati ma costanti da allora.

Già nel maggio 2014 l'attività sismica nella regione era andata aumentando, in quel periodo i più grandi terremoti erano stati finora 2 eventi di magnitudo 3.2 e 3.0.
La forma caratteristica a cima piatta del vulcano è dovuta alla fuoriuscita della lava nello strato di ghiaccio che copriva l'Islanda negli ultimi periodi glaciali.
Herðubreið è un tuya che è stato depositato durante l'ultima glaciazione.
Un tuya è anche chiamato un vulcano tavolo per la sua forma.
Il ghiaccio che circondava la forma della lava in eruzione ha lavorato come uno stampo per dare ad esso la caratteristica forma rotonda ripida ai lati con la parte superiore piatta.
Nel 2007 uno sciame di 5 300 terremoti ha avuto luogo ad una profondità di 14 a 21 km sotto il vicino Upptyppingar, questo sciame ha progredito in seguito lateralmente a un angolo leggermente verso l'alto in direzione di Herðubreiðartögl e Herðubreið.
La persistenza di sciami successivi ha dato ampi segnali di rintracciare questa intrusione mentre si muoveva in alto verso la superficie e tutti i segni finora hanno indicato una zona da Herðubreiðartögl a Herðubreið come il prossimo probabile ground zero eruttivo.
Se il vulcano potesse eruttare non si saprebbe come si comporterà.
Il comportamento più probabile sarebbe un'eruzione effusiva come quello che è successo a Herðubreið circa 8 000 anni fa.


Fonti:
http://www.volcanodiscovery.com/it/askja/news/54875/Askja-volcano-Iceland-earthquake-swarm-near-Herdubreid-volcano.html
https://it.wikipedia.org/wiki/Her%C3%B0ubrei%C3%B0
https://volcanocafe.wordpress.com/2014/05/03/time-for-herdubreid-to-erupt-riddles-2/

martedì 6 ottobre 2015

SCOPERTO VULCANO SOTTOMARINO ATTIVO A SUD-EST DELL'ALASKA


Circa a 850 km (530 miglia) a nord di Vancouver, BC "Circa due anni fa, i geologi che studiavano un canale mare vicino a Ketchikan, Alaska, hanno notato qualcosa di insolito", scrive Ed Schoenfeld in Costa d'Alaska News. Era un vulcano sommerso dormiente, a circa 150 piedi sotto la superficie. Gli esperti stimano che se non fosse scoppiata per circa 10.000 anni.
Ora, un altro vulcano sottomarino è stato scoperto nei pressi di Dixon Entrance, a nord di Prince Rupert, BC ea sud di Ketchikan, AK. Circa 850 km (530 miglia) a nord di Vancouver, BC Questo è attivo, ed emette costantemente pennacchi di gas metano.
Il pennacchio di gas proviene da un cratere vulcanico a circa 3.000 piedi sotto.
Si estende su circa due terzi del cammino verso la superficie dell'oceano, in aumento a circa 700 metri nella colonna d'acqua. Ma non c'era lava fresca - o qualsiasi altra cosa di cui preoccuparsi, ha detto il dottor H. Gary Greene, un geologo marino che lavora con il suono Science Center Sitka.

Fonte:http://iceagenow.info/2015/10/active-underwater-volcano-discovered-in-southeastern-alaska/

RALLENTAMENTO DELL'ALLUVIONE GLACIALE MA AUMENTO DEL MAGMA ALL'INTERNO DEL BARDARBUNGA E ALTRI VULCANI ISLANDESI


L'alluvione del ghiacciaio Vatnajokull proveniente dai calderoni Skaftárkatlar è in gran parte finita.
Continua ad esserci un sacco di acqua nei fiumi che sono stati inondati, con il picco dell'alluvione a 2200 m³ / s.
Alcuni danno hanno avuto luogo su strade e pochi ponti, con un importante quasi collasso di un ponte.
L'acqua del ghiacciaio che ha fatto inondare in un campo di lava prodotto dall'eruzione di Laki.

Bárdarbunga

C'è stato un aumento dell'attività sismica del vulcano Bárðarbunga questa settimana.
Un terremoto di magnitudo 3,1 ha avuto luogo insieme con un piccolo aumento di piccoli terremoti.
Ci sono stati anche gruppi di piccoli terremoti nell'est e nel sud (sia ad est che ad ovest) della parte del vulcano.
Questa attività suggerisce che il magma continua ad alimentare costantemente la camera di magmatica in profondità e la pressione è aumentata.
Forse non a livelli di eruzione al momento, ma quel momento si sta avvicinando come il tempo che passa.

Nord Langjökull (Hveravellir)

All'inizio di questa settimana uno sciame sismico ha avuto luogo vicino al vulcano Hveravellir.
Questo sciame terremoto non era grande e il più grande terremoto aveva solo la grandezza di 2,5.
L'attività sismica in questo settore è aumentata lentamente negli ultimi 10 anni. Non è chiaro il motivo per cui ciò csta accadendo ma trattandosi di un vulcano non ci sono molte varianti.


Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5840

venerdì 2 ottobre 2015

ISLANDA: UN CONSIDEREVOLE AUMENTO DELL'ATTIVITA' TERMICA STA AVVENENDO SOTTO LA CALOTTA GLACIALE DEL VATNAJOKULL


C'è rapporto di un forte aumento del fiume Skaftá.
E 'considerato il più alto registrato nella stazione dal 1971 e potrebbe essere un record.
Alle ore 10 del 1 ° ottobre, era di 1.300m³ / sec.
Alle 03:30 GMT del 1 ° ottobre, un'alluvione è stata rilevata a Sveinstindur sul fiume Skaftá.

Il tasso di incremento di scarico presso Sveinstindur è il più alto osservato dalla stazione che è stata fondata nel 1971.

Confronto degli eventi jökulhlaup
Dalle osservazioni iniziali, il jökulhlaup in corso potrebbe essere il più grande che si è verificato dai calderoni Skaftárkatlar.
Il jökulhlaup probabilmente raggiungerà la portata massima nel corso inferiore del Skaftárdalur durante le prime ore di Sabato 3 Ottobre.

Il contatto radio esiste ancora con la stazione GPS nel calderone orientale del ghiacciaio ; le ultime misurazioni mostrano più di 66 m di cedimento dalle 18:00 GMT del 27 settembre.
Durante le ultime una o due ore il tasso di subsidenza è diminuito, il che suggerisce che il deflusso dal calderone ha raggiunto l'apice.
Il Skaftárkatlar è una vulcanica zona ad alta temperatura con i laghi subglaciali nel sud della dell'Islanda sotto il Vatnajökull.

Fonte:http://en.vedur.is/about-imo/news/nr/3207

ECUADOR: L'AUMENTO DELL'ENERGIA TERMICA STA FACENDO RITIRARE LA CAPPA DI GHIACCIO SULLA CIMA DEL COTOPAXI


Le osservazioni e le misurazioni indicano che lo scioglimento termico dei ghiacciai è accelerato dopo l'ultimo controllo.
Due parametri si combinano per spiegare questo fenomeno: l'arrivo in superficie di masse liquide riscaldate (acqua o magma) in relazione al corpo magmatico a seguito, e la diminuzione del albedo dovuto alla cenere che ricopre la parte superiore dello strato di ghiaccio assorbendo il calore visto il colore scuro.

La panoramica ha mostrato cambiamenti nel cratere, dove il flusso termico di gas arriva da diverse centinaia di metri di profondità.
La reale temperatura massima delle parti superiori del pennacchio di gas è stata misurata a 157.7 ° C
Anomalie termiche sono segnalati in diverse aree di ghiacciai, spesso associati ad una nuova attività fumerolica.
I fianchi orientali superiori sono rivestiti con materiale più scuro, seguendo il loro distacco dai bordi del cratere, dove il ghiacciaio si sta ritirando.


Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2015/10/update-on-the-eruption-of-cotopaxi-and-the-icelandic-jokulhlaup.html

ALASKA: TORNA AD AUMENTARE L'ATTIVITA' DEL VULCANO VENIAMINOF


Negli ultimi giorni, la sismicità del vulcano Veniaminof è aumentata e è in corso sotto forma di tremore vulcanico, lo afferma l' Alaska Volcano Observatory (AVO).
Il Codice di colore dell'aviazione è stato portato a giallo.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/veniaminof/news/54721/Veniaminof-volcano-Alaska-USA-alert-level-raised-due-to-increased-seismic-activity.html

Comments System

Disqus Shortname