domenica 30 agosto 2015

NUOVA ZELANDA: AUMENTA LO SCIOGLIMENTO GLACIALE DEL RUAPHEU


Una serie di valanghe sul monte Ruapehu ha messo sugli avvisi i vulcanologi quando hanno notato che il lago del cratereera stato disturbato nella notte.
Fino a 50.000 metri cubi di ghiaccio e neve si sono sciolti sulla cima della montagna, precipitando nel lago e provocando un calo della temperatura di 7 gradi centigradi.
Gli esperti sospettano che la causa sia un blocco di calore geotermica che si verifica nel lago, causando il crollo.
Questo significa che c'è un rischio di piccole eruzioni "come geyser" vicino al lago, hannpo detto gli esperti di vulcanologia del Dipartimento di Conservazione.
I vvulcanologia hanno volato fino al lago del cratere la mattina successiva affermando che la valanga era "spettacolare".
"Ciò che rimane è una crepa o un muro crollato nella parte superiore della valanga in cui la valanga si è staccata."
Il lago era pieno e fortemente traboccante.
"Sono stato sul lago del cratere molte volte e non mi ricordo di aver mai visto tante valanghe nel cratere."
Secondo alcuni questo aumento delle fasi di scioglimento sono il preludio a un'eruzione vulcanica.

Fonte:http://www.stuff.co.nz/environment/71528634/mt-ruapehu-avalanches-spark-volcano-worries

giovedì 27 agosto 2015

ISLANDA: UN INTENSO SCIAME SISMICO IN CORSO CIRCONDA LA CALDERA DEL VULCANO LOKI-FOGRUFJOLL


Loki-Fögrufjöll (noto anche come Hamarinn o Lokahryggur) è un vulcano subglaciale sotto il ghiacciaio Vatnajökull.
Il vulcano subglaciale si trova all'interno del sistema di fratture del vulcano Bárðarbunga, ma è indipendente dal Bárðarbunga in sé.

L'ultima eruzione è stata confermata nel 1910, quando sono state emesse quantità di cenere.
Tecnicamente Hamarinn viene conteggiato come una parte del sistema Bárðarbunga.
Si ritiene che Hamarinn è coinvolto nelle eruzioni precedenti.
C'è anche una teoria che funziona come una sorta di camera magmatica di connessione tra Bárðarbunga e Grimsvötn.
E a giudicare dalle immagini tracciate dall'eruzione del Grimsvotn nel 2011 ci potrebbe essere una connessione tra Hamarinn e Grimsvötn.
In realtà non vi è ulteriore prova di tale connessione che Hamarinn a Bárðarbunga.

In passato il vulcano Hamarinn aveva già manifestato una forte attività sismica e un'aumento dell'attività termale sciogliendo grandi quantità di ghiaccio.

Nelle ultime ore si è osservato nella zona un'aumento dell'attività sismica con oltre una decina di terremoti di bassa magnitudo, molto probabilmente connessi al movimento della massa magmatica in profondità.
Il punto interrogativo è se si tratti semplicemente di fenomeni passeggeri, oppure se la fase eruttiva del Bardarbunga potrebbe ricominciare da questa zona più a sud.


Fonti:
https://en.wikipedia.org/wiki/Loki-Fögrufjöll
https://volcanocafe.wordpress.com/2012/01/25/hamarinn-volcano-burns-night/

LA REUNION: IL PITON DEL LA FOURNAISE STA RALLENTANDO LA SUA QUARTA ERUZIONE DELL'ANNO


L'eruzione che ha avuto inizio lo scorso pochi giorni fa continua.
La fuoriuscita di lava è molto più bassa ora (circa 10 metri cubi / secondo) che in principio era (30 mc / s), ma più o meno stabile.
Il maltempo nel corso degli ultimi due giorni ha impedito osservazioni più dettagliate.
Una pesante nube di vulcanica (goccioline SO2) comprende la maggior parte del Enclos e parti dell'isola di La Réunion sud.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/piton_fournaise/news/54435/Piton-de-la-Fournaise-volcano-La-Runion-eruption-continues.html

ECUADOR: NUOVO AUMENTO DELL'ATTIVITA' ERUTTIVA DEL TUNGURAHUA


L'attività al vulcano è aumentata dal 25 agosto, ha segnalato l'osservatorio del vulcano.
Dalle 03:05 ora locale, l'attività sismica è aumentata con la comparsa di tremore accompagnato da pesanti emissioni di cenere.
Cenere nera, quindi probabilmente giovanile (dal magma fresco) è caduta su Chontapamba Pillate, Bilbao e Juive Grande.
Successivamente, 5 esplosioni sono state registrate a partire dalle 05:57.
L'intensità di queste è aumentata progressivamente, la più forte che si verificata alle 8:05.
Colonne di cenere sono salite a circa 2 km sopra la sommità del vulcano spostandosi spinte del vento alla deriva ovest.
IGEPN avverte che un ulteriore aumento dell'attività potrebbe probabilmente causare forti esplosioni con flussi piroclastici.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/tungurahua/news/54430/Tungurahua-volcano-Ecuador-increasing-activity-explosions.html

INDONESIA: SEMBRA CHE L'ATTIVITA' DEL VULCANO RAUNG SIA TERMINATA


Pochi giorni fa, il livello di allerta ufficiale del vulcano è stato abbassato a 2 (su 4).
Sembra che nessuna, o quasi nessuna attività eruttiva abbia avuto luogo presso il vulcano nei giorni scorsi.

Questa probabilmente è stata la più grande eruzione del vulcano in almeno 100 anni, e probabilmente è finita.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/raung/news.html

mercoledì 26 agosto 2015

GIAPPONE: CONTINUA A CRESCERE L'ISOLA VULCANICA DI NISHINOSHIMA


La Guardia Costiera giapponese ha rilasciato le seguenti immagini della crescente Nishinoshima vulcano assunto il 19 agosto.
Il vulcano Nishinoshima è emerso il 20 novembre 2013.

L'eruzione di questo vulcano potrebbe durare per anni.


Fonte:http://earthquake-report.com/2015/04/02/volcano-news-by-volcanologist-janine-krippner/

ECUADOR: NUOVO AUMENTO DELL'ATTIVITA' DEL VULCANO COTOPAXI


L'Instituto Geofisico ha riferito che l'emissione di cenere quasi continua è iniziata la notte del 22 agosto con un aumento della sismicità, e proseguita oltre 18 ore ~ ​​2 mm di marrone cenere erano accumulati.
Ieri un graduale aumento sismicità ha indicato elevati livelli di disturbo all'interno del vulcano.
L'emissione di cenere il 24 non ha superato 1 km sopra il cratere e la cenere è stato disperso a ovest.
Le immagini qui sotto sono state scattate dal vulcanologo P. Mothes di IGEPN il 23 agosto.


Fonte:http://earthquake-report.com/2015/04/02/volcano-news-by-volcanologist-janine-krippner/

IL PITON DE LA FOURNAISE ERUTTA PER LA QUARTA VOLTA NEL 2015


Il Piton de la Fournaise, il vulcano nell'isola francese de La Réunion, a est del Madagascar, è entrato in eruzione per la quarta volta dall'inizio dell'anno, come si può osservare in queste eccezionali immagini.
Il Piton de la Fournaise, 2.632 metri, è la più importante attrazione turistica dell'isola e si trova in una zona disabitata nel sud de La Réunion. Ai turisti viene consentito avvicinarsi per osservare le colate di lava e le piccole eruzioni a patto di rispettare rigide regole di sicurezza.
Al momento sembra comunque che l'eruzione sia già terminata.

Fonte:http://www.thedayafterjournal.com/2015/08/spettacolare-quarta-eruzione-nel-2015.html

DA YELLOWSTONE ALLO STATO DELL'IDAHO


Challis Idaho è una posizione causa di un grande sciame sismico che sta accadendo nella zona.
Questo punto di sorgenti calde è il luogo colpito dal sciame di terremoti negli ultimi mesi!
L'uomo e i cani sono rimasti bruciati vicino a Challis Salmon Idaho lungo il bordo occidentale profondo della camera magmatica dello Yellowstone.
La camera magmatica è stato confermato arrivare giù per più di 30 miglia, e copre un'area delle dimensioni di 11 Grand Canyon (pieni di magma).

La camera magmatica per Yellowstone è confermata raggiungere il lontano Occidente in Idaho centrale e Nord in Montana.
In primo luogo in cui gli sciami di terremoto hanno colpito, ora le sorgenti calde sono bollenti dove sono normalmente appena tiepide.
Questi sono segni di movimento del magma associato allo Yellowstone.
La risalita di magma sta causando un riscaldamento maggiore, causando terremoti, e sorgenti calde con grossi problemi.
Vedi le misure del 2015 della camera magmatica qui:
Non a caso, dovremmo anche prendere nota che l'USGS ha installato nuove apparecchiature di sorveglianza attorno a Challis Idaho a metà dello scorso anno (2014) a causa del sciame sismico inaspettato che ha colpito la posizione.
Sono stati fatti diversi video che mostrano lo sciame di terremoti a Challis, e parlato delle nuove apparecchiature di monitoraggio.
Vedere un video report sulla localizzazione qui:

E 'molto preoccupante vedere queste nuove sorgenti di acqua calda che brucia, dal momento che entrambi i cani sono morti di ustioni orribili, e l'uomo è in condizioni critiche dopo aver tentato di salvarli, tuttavia non bisogna per aspettarsi mostruosi eventi eruttivi stile film "2012" nel prossimo futuro.


Fonte:http://dutchsinse.com/8252015-yellowstone-alert-man-dogs-burned-alive-in-challis-idaho-hot-springs-earthquake-swarm-location/

STATI UNITI, WYOMING: ANOMALO RISCALDAMENTO DELLE SORGENTI TERMALI UCCIDE DUE CANI E USTIONA GRAVEMENTE UNA PERSONA


Un uomo che faceva escursioni a piedi attraverso una foresta nazionale in Idaho ha subito gravi ustioni e i suoi due cani sono rimasti scottati a morte quando entrambi i cani si sono immersi in una sorgente calda e lui è saltato dietro a loro per cercare di salvare i suoi animali.
L'incidente si è verificato la scorsa settimana strano nei Panther Creek Hot Springs, un luogo popolare nel tentacolare Salmon-Challis National Forest, circa 50 miglia (80 km) a nord-ovest della città turistica di Salmon nel centro-est Idaho.
Le temperature a Panther Creek, solitamente abbastanza miti per fare il bagno umano 'geotermicamente riscaldate", erano aumentate di pericolosità al punto da ustionare uomini e animali.
L'escursionista, che non è stato identificato pubblicamente, era fuori a piedi attraverso le montagne con i suoi cani, quando entrambi gli animali domestici sono balzati nelle sorgenti calde a gravi spese.
Il secondo cane è morto in seguito alle sue ustioni dopo essere stato preso dai veterinari per il trattamento di emergenza.
Mentre i visitatori della foresta sono invitati a verificare la temperatura delle sorgenti di acqua calda prima di immergere se stessi, l'escursionista infortunato ha agito d'istinto nel tentativo di salvare il suo animale domestico.


Fonte:http://www.nbcnews.com/news/us-news/hiker-burned-dog-dies-after-leaping-idaho-hot-spring-n416026

venerdì 21 agosto 2015

GIAPPONE: UNA GRANDE ERUZIONE DEL SAKURAJIMA SEMBRA ORMAI ALLE PORTE


Una grande eruzione dEL Monte Sakurajima qui appare sempre più probabile dopo che gli scienziati hanno confermato che lo l'accumulo di materiale vulcanico che ora copre il cratere Showa del vulcano sta portando ad un'aumento della pressione dentro il sistema vulcanico.
"Il cratere è quasi bloccato, e la potenza esplosiva è in aumento a causa di pressione accresciuta sotto il cratere" ha dichiarato Masato Iguchi, lo scienziato che dirige l'Università di Kyoto Sakurajima Volcano Research Center.
Iguchi ha aderito al sondaggio dell'aerea intrapreso dal Japan Meteorological Agency del 19 agosto per studiare la situazione.
L'Asahi Shimbun ha condotto una ricognizione aerea nel pomeriggio del 15 agosto dove i reporters hanno avvistato prodotti eruttivi depositati presso lo sfiato.
Hanno anche assistito alla scarica di gas vulcanici.

Iguchi ha inoltre confermato il 19 agosto che lo scarico di origine vulcanica è rimasta lì.
All'inizio di quel giorno, un'eruzione minore è avvenuta nel cratere Showa alle 3:13 am.
E 'stata la prima eruzione da quando l'agenzia ha sollevato l'allarme di livello 4 il 15 Agosto.
Eruzioni minori si sono verificate 672 volte tra gennaio e giugno di quest'anno a Monte Sakurajima.
Il numero, tuttavia, è sceso bruscamente al 14 di luglio.
Nel frattempo, i ricercatori del Geospatial dell'autorità del Giappone hanno osservato che il suolo di è ampliato sia a est e in direzione ovest fino a 16 centimetri sul lato est del cratere Minamidake dal 10 agosto in poi.
Il movimento è apparentemente il risultato della crescita del magma sotto il cratere Showa, i ricercatori hanno detto.

Fonte:http://ajw.asahi.com/article/behind_news/social_affairs/AJ201508210033

giovedì 20 agosto 2015

COLUMBIA-ECUADOR: UNA RISALITA MAGMATICA E' LA CAUSA DEI TERREMOTI CHE SCUOTONO I VULCANI CHILES E CERRO NEGRO


La "crisi sismica" nella regione dei vulcani Chiles e Cerro Negro de Mayasquer vicino al confine Columbia-Ecuador è probabilmente causato dall'intrusione di una massa magmatica, secondo un rapporto di R. Corredor Torres del Servicio Geologico Colombiano e colleghi presentata durante l'annuale riunione della Seismological Society of America (SSA).
La risalita magmatica sembra interagire con la tettonica regionale scatenando i terremoti, che al loro picco di attività hanno ennnumerato migliaia di micro-terremoti ogni giorno.
La maggior parte dei terremoti avevano meno di magnitudo 3, anche se il più grande terremoto è stato di magnitudo 5.6 che ha avuto luogo nel mese di ottobre 2014.
Quando gli sciami sismici iniziarono nel 2013, il colombiano Servicio Geologico Colombiano e il ecuadoriano Istituto geofisico della Escuela Politécnica Nacional hanno collaborato per istituire un sistema di monitoraggio per osservare gli sciami e giudicare il rischio eruttivo per la popolazione circostante.
La più grande minaccia di eruzione è arrivata nell'autunno del 2014, quando il livello di attività è stato cambiato da giallo ad arancione, il che significa una probabile presenza di eruzione a giorni o settimane.
A causa del verificarsi di un terremoto di magnitudo 5.6 e scosse di assestamento successive, alcune case della zona sono state danneggiate e i residenti locali hanno deciso di dormire in tenda per sentirsi al sicuro, accettando il sostegno del colombiano Disaster Prevention Ufficio, ha detto Torres.
I dati raccolti dalle nuove stazioni di monitoraggio suggeriscono che la maggior parte dei terremoti nella zona sono di un tipo di terremoti vulcano-tettonici, che si verificano quando il movimento del magma e gas che rilascia-crea variazioni di pressione nelle rocce soprastanti.
Sulla base dell'attività sismica nella zona, i ricercatori hanno dedotto che milioni di metri cubi di magma si sono spostati nella zona in profondità sotto i vulcani del Cile e Cerro Negro.
Tuttavia, entrambi i vulcani sembrano essere stati in sospeso per almeno 10.000 anni.

Finora, non ci sono stati segni di sollevamento o degassamento in superficie, e il tasso di terremoti ha rallentato notevolmente quest'anno rispetto al picco del 7000-8000 micro-terremoti al giorno nell'autunno del 2014.
Tuttavia la costanza con la quale è aumentata l'attività sismica sul lungo periodo lascia pochi dubbi che potrebbe ricominciare.

Fonte:http://www.sciencedaily.com/releases/2015/04/150422121715.htm

CAMPI FLEGREI: L'AUMENTO DEL MAGMA SOTTERRANEO HA CAUSATO IL SOLLEVAMENTO DEL SUOLO DI DIECI CENTIMETRI


La scoperta di Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e Consiglio Nazionale delle ricerche (Cnr) a proposito dei Campi Flegrei, il vulcano universalmente riconosciuto come il più pericoloso d'Europa, è inquietante: il sollevamento del suolo avvenuto nell'area tra il 2012 ed il 2013 è stato causato dalla ripresa delle attività del supervulcano.
Pubblicata sulla rivista Scientific Reports, la ricerca parla di 10 centimetri di sollevamento, dovuti ad un magma risalito a 3 km fino a costituire un lago sotterraneo di lava. Ingv e Cnr sono giunti alle loro conclusioni attraverso dati satellitari e Gps. Secondo i ricercatori, il lago di lava potrebbe raffreddarsi rapidamente, e quindi è meno capace di produrre eruzioni.
Il suolo si sollevava anche in passato, ma la situazione ora è diversa: il sollevamento bradisismico degli anni '80 era legato all'immissione di fluidi idrotermali (acqua e gas) nelle rocce della caldera, e non all'attività del magma. Negli ultimi 10 anni il fenomeno è arrivato a quota 30 centimetri circa.
La risalita e l'intrusione del magma all'interno del lago sotterraneo – spiegano dall'Ingv – potrebbe essere il normale ciclo di vita delle caldere”, e non si esclude fosse già “attivo durante le crisi bradisismiche degli scorsi decenni”.

Fonte:http://www.thedayafterjournal.com/2015/08/campi-flegrei-un-lago-di-magma-ha.html

GIAPPONE: INQUIETANTI SEGNALI DAL VULCANO SAKURAJIMA


Più preoccupanti segni di agitazione vulcanica hanno cominciato ad apparire secondo le notizie locali, con rilasci di gas vulcanici che sono stati rilevati sul fondo del mare del
Porto Futatsumata sulla riva settentrionale della penisola di Sakurajima (che si trova a circa 4 km dalla vetta).
Le misurazioni radar più recenti fatte dal satellite ALOS-2 satellite della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) mostrano che la sommità del vulcano si è gonfiata dalla enorme quantità di mq. 16 cm durante l'intervall 4 gennaio - 17 agosto di quest'anno.

Ciò suggerisce che una massa significativa di volume magmatico è attualmente accumulata e si sta accumulando nel sistema superiore del vulcano e la questione rimane quando e come potrebbe eruttare. Mentre l'attività di superficie al vulcano è rimasta molto calma, le autorità continuano a prepararsi per il possibile scenario di una grande eruzione nel prossimo futuro.
L'Agenzia meteorologica JMA / Giappone ha riferito che una piccola attività esplosiva è avvenuta sul Sakurajima intorno alle 03:00 il 19 agosto, accompagnata da un pennacchio che è salito a 500 metri sopra il cratere Showa. Questa è la prima eruzione dopo l'innalzamento di allerta al livello 4.
Tremore e bagliore notturno, legato alla alta temperatura del gas vulcanica, sono stati raccolti un'ora prima dell'eruzione.

Questo tipo di piccola eruzione non è comune per il Sakurajima, il cui cratere è chiuso da una cupola di lava.
Questa protezione potrebbe rendere una futura eruzione più brutale ed esplosiva.

Gas vulcanici cominciano ad emergere dal fondo del mare bolle di gas si osservano nel porto di Futatsumata, 5 km di distanza dal cratere e trova a nord dell'istmo che collega il vulcano a Kagoshima Bay.

L'inflazione, che segna l'area del cratere Minadake (lato sud est di Sakurajima), è stato rilevata dall'interferometria di InSAR, e lo spostamento della crosta misurata ad un max di 16 cm. Tra il 4 gennaio e il 16 agosto (32 settimane, e 6 cm massimi tra 6 luglio e il 17 agosto (6 settimane) (Alos-2 dati satellitari da Jaxa / Japanese Aerospace Exploration Agency)



Fonti:
http://www.volcanodiscovery.com/sakurajima/activity/updates/volcanic-crisis-2015.html
http://www.earth-of-fire.com/2015/08/news-of-sakurajima-colima-sinabung-barren-island-and-copahue-volcanoes.html

mercoledì 19 agosto 2015

ISLANDA: NUOVA SEQUENZA DI TERREMOTI SUL KATLA INNESCATA DALLA SPINTA DEL MAGMA


Il 17 agosto-2015 uno sciame di piccoli terremoti si è svolto sulla sommita del vulcano Katla.
Questo tipo di attività sta accadendo in tale zona da diversi anni.
La ragione di questo è che il magma sta spingendo all'interno del sistema vulcanico.

La profondità di questo sciame sismico è stato di circa 27 - 18 km.
Nessun'altra attività è stata rilevata sul vulcano Katla.
Questo tipo di attività sismica potrebbe continuare per i prossimi giorni o settimane.


Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5788

CILE: SEGNALI DI RISVEGLIO DEL VULCANO TUPUNGATITO


Un terremoto vulcanico di magnitudo 3,2 Richter si è verificato sotto il vulcano ieri.
L'epicentro è stato a 8,2 km di profondità a 25 chilometri a nordovest del cratere principale.
Ciò potrebbe annunciare un periodo di instabilità del vulcano.
SERNAGEOMIN mantiene il livello di allerta a "verde", ma con "particolare attenzione", secondo un articolo di giornale.
Tupungatito, il più settentrionale vulcano storicamente attivo del centro Ande cilene, si trova al confine a 99 chilometri Cile / Argentina a est della capitale Santiago.
Si tratta di uno dei vulcani più attivi del paese. Dal 1829, frequenti piccole eruzioni esplosive sono state registrate, l'ultima avvenuta nel 1986.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/tupungatito/news/54269/Tupungatito-volcano-Chile-volcanic-earthquake.html

martedì 18 agosto 2015

RUSSIA: GIGANTESCO VULCANO DI FANGO BOLLENTE SULL'ISOLA DI SAKHALIN


Questo bizzarro pezzo di terra può sembrare un gigantesco occhio dal cielo - ma è in realtà un vulcano in eruzione di fango bollente.
La rara fiammata recentemente è avvenuta sul vulcano di fango Pugachevsky ad est dell'isola russa di Sakhalin.
Dall'alto sembra che il centro del vulcano sia la pupilla, che è circondata da una fangoso iride marrone.
Mikhail Mikhailov, che scattò il colpo sorprendente, ha detto: "Non ho mai visto niente di simile prima.
"Ci sono un sacco di vulcani di fango nel mondo e questo è ben noto. Ma non ne ho mai visti come un occhio.
"E 'stata una forte eruzione, il fango stava uscendo da un punto, ma si espandeva intorno in modo uniforme.
"E 'sicuramente un fenomeno raro."

Fonte:http://leemoranyahoo.tumblr.com/post/126988099167/erupting-mud-volcano-looks-exactly-like-a-gigantic

lunedì 17 agosto 2015

GIAPPONE: IL SAKURAJIMA SI STA PREPARANDO PER UNA GRANDE ERUZIONE


Monitorando il vulcano un vulcanologo giapponese ha avvertito che un'eruzione più grande potrebbe verificarsi nel prossimo futuro.
Il livello di allerta del vulcano è stato sollevato per la seconda più alta, 4 su 5, il che significa che i preparativi per l'evacuazione delle zone vicine (entro pochi km dal cratere Showa) sono in corso.
L'allarme è stato basato su un forte sciame di terremoti vulcanici poco profondi situati sotto il cratere Showa.
Lo sciame sismico è iniziato intorno alle 07:00 il 15 ago (ora locale), e ha raggiunto il picco con quasi 180 terremoti all'ora intorno a mezzogiorno.
E a poco a poco si affievolì, ma continua con debole intensità fino ad ora.

Allo stesso tempo, è stato rilevato una significativa gonfiaggio del cratere Showa.
Questi entrambi sono probabilmente causati dal sorgere di uno volume di magma, che potrebbe tradursi in una grande eruzione.
Mentre è impossibile prevedere se si verifica un tale eruzione, le autorità avvertono non avvicinarsi cratere raggio di 3 km di distanza - un limite molto moderato -, che è facilmente nella gamma di bombe di lava e flussi piroclastici chee si verificano durante una grande eruzione.
Negli ultimi anni l'attività del vulcano Sakurajima si è fatta più intensa con colonne di cenere che talvolta hanbno raggiunto dieci chilometri di altezza.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/sakurajima/news/54186/Sakurajima-volcano-Japan-alert-level-raised-as-volcanologist-fear-major-eruption.html

MESSICO: IL CRATERE DEL VULCANO COLIMA STA CAMBIANDO


Gli specialisti del Volcano Observatory Colima hanno condotto uno Panoramica del vulcano.
Si noti che il cratere di Colima è cambiato, si approfondito di venti metri (con circa 50 m. Profondo oggi) e ha un diametro di 280 metri, a ferro di cavallo, aperto a sud, dalla quale versa una lunga colata di lava verso il barranca di Monte Grande.
Si consiglia di non avvicinarsi il drenaggio, a causa del rischio di flussi piroclastici.
Il flusso di lava, che non è più alimentato, si è arrestato e inizia a raffreddarsi lentamente.

Si raccomanda di non avvicinarsi oltre la zona di esclusione del vulcano Colima la quale, precedentemente 8 km, è stata ridotta a cinque.

Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2015/08/changement-au-cratere-du-colima.html

ECUADOR: IL COTOPAXI HA COMINCIATO A ERUTTARE


Il Cotopaxi è un vulcano delle Ande che si trova nell'Ecuador.
Raggiunge un'altitudine di 5.872 m e si trova a 50 km sud-est della capitale Quito.
È la seconda montagna per altezza dell'Ecuador dopo il Chimborazo (6.310 m) e il terzo più alto vulcano del mondo, dopo il Sabancaya (5.985 m, Perù) e l'Ojos del Salado (6.893 m, Cile)
Si tratta di uno stratovulcano ed ha la forma di un cono perfetto di più di 3000 m di altezza misurati dalla sua base.
Il cratere alla sommità misura circa 700 m di diametro e la base del cono è larga circa 23 km.
Si contano più di 50 eruzioni del vulcano a partire dal 1738 ed è circondato da numerose vallate costituite dalle possenti lahar ("colate di fango").
Le eruzioni costituiscono tuttora un rischio per la popolazione locale, i loro insediamenti e i loro campi; la città di Latacunga è stata distrutta almeno due volte nel corso della sua storia. Le maggiori eruzioni in tempi storici sono avvenute nel 1744, nel 1768 e in particolare nel 1877, quando flussi piroclastici scesero da tutti i lati del vulcano e con lahars che giunsero ad oltre 100 km di distanza, fino all'oceano Pacifico e alla parte occidentale del bacino del Rio delle Amazzoni.
L'attività più recente riguarda un aumento delle emissioni di vapore, che ha comportato il fondersi del manto nevoso in alcuni punti, e piccoli terremoti nel 1975 e nel 1976.
Dalle immagini che giungono dal paese sudamericano, enormi nubi di cenere e gas si sono alzati dalla sommità della montagna, raggiungendo i 5 chilometri di altezza.
La fuoriuscita di lava, metterebbe nel contempo rischio i ghiacciai presente sulla sua sommità, che ricordiamo raggiunge i 5872m di altezza, creando pericoloso colate di fango e detriti.
Diverse esplosioni di cenere e gas si sono registrate nelle ultime ore, una delle quali ha rilasciato una colonna di fumo di circa cinque chilometri e si teme una colata di detriti e fango.


Degno di ricordare, che in linea equatoriale pochi mesi fa un altro vulcano si è risvegliato nelle Isole Galapagos, verso ovest dell'Ecuador.


Il vulcano Wolf, connesso ad un'area di intensa attività vulcanica che contruibuisce a riscaldare le acque oceaniche dal fondale generando la corrente calda meglio nota come El Nino.
Nel frattempo da quanto si apprende dall'eruzione in Ecuador, la fase eruttiva del vulcano Cotopaxi è appena cominciata.

Il IGEPN segnala la discesa di flussi piroclastici sul fianco meridionale del vulcano, visibili in webcam alle 24:41 UTC 15.08.UTC.

A seguito della firma da parte del Presidente Corea è stato emesso un decreto che dichiara lo stato di emergenza, presumibilmente dopo l'annuncio che i flussi piroclastici possono causare glaciali lahar a seguito dello scioglimento della spessa coltre glaciale che circonda il cratere.

Fonti:
https://it.wikipedia.org/wiki/Cotopaxi
http://www.earth-of-fire.com/

venerdì 14 agosto 2015

ECUADOR: SEGNALATE DUE ESPLOSIONI FREATICHE SUL COTOPAXI


L'imponente vulcano Cotopaxi in Ecuador si è risvegliato con due piccole esplosioni segnalate e cenere piovuta sulla parte meridionale della vicina capitale dell'altopiano Quito.
Il vulcano attivo più alto del paese andino ha mostrato segni di attività da aprile, e l'Istituto di geofisica dell'Ecuador ha detto che le esplosioni sono state relativamente piccole.
Il vulcano non è in eruzione, l'Istituto ha sottolineato.
Tuttavia, le autorità stanno monitorando l'attività e l'Istituto ha emesso un avviso.
"Raccomandiamo gli alpinisti di prendere precauzioni intorno al cratere, data la possibilità di esplosioni che rilasciano rocce o emissioni energetiche di vapori e gas vulcanici che potrebbero essere dannosi", si legge in un comunicato.
Il Ministero dell'Ambiente ha chiuso il Parco Nazionale del Cotopaxi per precauzione.
Il vulcano si trova a circa 50 km (31 miglia) a sud di Quito e il suo cono simmetrico innevato, che sale a quasi 6.000 metri (19.685 piedi), è visibile dalla capitale in una giornata limpida.

Immagini sui social media hanno mostrato auto e strade vicino al vulcano coperte da un leggero strato di cenere.
L'ultima eruzione è avvenuta nel 1940.
Esplosioni minori del venerdì si sono svolte alle 4:02 (ET 0502) e 04:07 ora locale, secondo l'Istituto Geofisico.


Fontehttp://www.businessinsider.com/r-ecuadors-massive-cotopaxi-volcano-stirs-two-small-explosions-reported-2015-8?IR=T

mercoledì 12 agosto 2015

L'ERUZIONE DEL VULCANO TOLBACHIK HA PORTATO ALLA SCOPERTA DI UN NUOVO TIPO DI DIAMANTE


Secondo un rapporto del Siberia Times, i diamanti sono stati scoperti nella lava congelata del vulcano Tolbachik, che si trova sulla penisola di Kamchatka nella regione più orientale della Russia.
"La lava solidificata dell'eruzione di Tolbachik (2012-2013) porta in sé una nuova e mai visto prima tipo di diamante", ha detto il ministero in un comunicato.
"Secondo i geologi russi, questi diamanti unici non si formano nel materiale fuso magmatico, ma sono creati da gas vulcanici sotto pressione e come risultato di cristallizzazione sotto l'influenza di scariche elettriche dei fulmini."

Hanno chiamato la recente scoperta diamanti di Tolbachik.
I diamanti del campione si contavano a centinaia e misuravano 250-270 micron ciascuno.
Sono stati identificati utilizzando microscopi elettronici e diffrazione dei raggi x.
Il ministero ha detto che le pietre sono quasi identiche ai diamanti sintetici.



Fonte:http://www.jckonline.com/2015/07/28/frozen-lava-yields-new-diamond-type-reports-russian-ministry

Comments System

Disqus Shortname